Studio Psicologia Psicoterapia

Dr. Giacinto Marco Rondelli

L'omino dell'ansia

 

L’omino dell’ansia è quella parte di noi che ha il compito di vigilare, controllare e valutare la nostra vita e possibilmente anche quella delle persone care. Ha un ruolo molto importante e può risultare molto utile in determinate situazioni.

Tuttavia, può accadere che quest’omino prenda il sopravvento sulla persona aumentando in maniera esagerata la sua presenza, la sua voce ed il suo potere decisionale. Assume le caratteristiche di un disco rotto che tende a ripetere fino allo sfinimento: le cose da fare; le scadenze a breve e a lungo termine; mette in dubbio determinate situazioni o relazioni; mantiene alta la vigilanza ed il controllo sulla propria salute mentale e fisica; rimugina su fatti passati; genera preoccupazioni di tutti i tipi sul presente e sul futuro; capta notizie dal resto del mondo etichettandole come pericolose e degne d’attenzione; ecc..

Di seguito, ho scritto una sorta di monologo esasperato ed esasperante di un omino dell’ansia in azione. Prova ad immaginare una persona attaccata al tuo collo tutto il giorno che ripete a rotazione questi pensieri:

 

“Ricordati che a breve c’è da pagare quella bolletta… ogni volta, tutte le cose da pagare si concentrano assieme.

Mamma non ha ancora chiamato? Strano… forse è il caso che chiami tu. Prima hai sentito il suono dell’ambulanza? Oddio, e se fosse successo qualcosa? Chiama. non perdere tempo! (…) Perché non risponde? Chiama tua sorella per sondare se ha notizie. Neanche lei risponde? Santo cielo, chiama i vicini e se non rispondono pure loro, telefoniamo al pronto soccorso.

Non mi piace questo battito irregolare del tuo cuore. Respiri male. Non è che stai male? E se ti viene un infarto mentre sei solo a casa? Il dottore riceve a quest’ora? Non mangiarti tutte le unghie e la pellicina che poi ti lamenti dei dolori. Sei strano in questo periodo; mi preoccupi. Dovresti fare un’analisi del sangue e delle urine, come minimo.

Questa notte riuscirai a dormire? Hai bisogno di dormire bene per recuperare un po’ di forze. Il tuo problema è che ti corichi e pensi, rimugini fino allo sfinimento. Perché ti viene l’ansia? È il cuscino o il materasso che non va? Ci sono troppi rumori che non ti fanno concentrare? Forse è la tv accesa che ti disturba il sonno? L’indomani come ti sveglierai? A proposito, non dimenticarti che c’è da risolvere il problema del motore dell’auto e che devi passare dall’ufficio a ritirare quel certificato. A pensare di trovare un parcheggio in quella zona mi viene l’ansia, per non parlare di quel ponte maledetto da attraversare. Fammi un favore, prendi la strada più lunga così almeno staremo più tranquilli.

Comunque, sto pensando una cosa, ormai sei grandicello e dovresti darti da fare con il lavoro. Quello che fai va bene però è un po’ precario. Più o meno tutti i tuoi vecchi compagni si sono realizzati e hanno un buon lavoro. Trascorri troppo tempo davanti il pc a cazzeggiare. Questo mese arrivi a pagare bollette e a mangiare. Il prossimo ci riuscirai? Tutti si danno da fare, mentre noi per fare una cosa ci stiamo mille anni. Riguardo quel discorso del master, lascia stare. È una perdita di tempo e di denaro. Ormai il mercato è saturo e comunque non ti vedo adatto per quel tipo di lavoro. Troppo stressante. Oltre che per frequentare dovresti viaggiare; partire con l’autobus almeno tre ore prima, poi non sappiamo dove andare. E se ci perdiamo? E se prendiamo per qualche viuzza e ci derubano o peggio ancora, ci aprono in due? Hai sbagliato tutto. Due anni fa dovevi accettare quella proposta di lavoro.

Che mangi adesso? Fammi il favore di cucinare qualcosa di leggero sennò poi ti si blocca tutto nello stomaco e non riesci a digerire. Fatti pure una camomilla che ti vedo nervoso o forse sarebbe il caso che prendessi un po’ di gocce di tranquillanti.”

 

Più avanti cercherò di descrivere alcuni metodi utili a ridimensionare il potere che ha acquisito nel tempo l'omino dell'ansia e dunque, riacquistare maggiore benessere psico-fisico.

 

 

 

Se ti interessa avere aggiornamenti sugli articoli che pubblico, puoi iscriverti alla Newsletter (QUI) in maniera tale che sarò io ad avvisarti sulle novità via mail.

 

 

 

Giacinto Marco Rondelli

INDIETRO

Collegamento alla pagina facebook Icona sito internet google + Icona sito internet Linkedin

Dr. Giacinto Marco Rondelli - Psicologo Psicoterapeuta

Agrigento. Studio: Via Esseneto 64

Tel.: 3291144238. Mail: rondelli@psicologoagrigento.it

Contenuti Giacinto Marco Rondelli 2017